Storia dei prodotti

Lector

Lector Pen

È un sistema scanner inglobato in una penna con capacità di riconoscimento sia di Bardoce (codici a barre) che caratteri OCR e manoscritto (solo numerico). È facilmente integrabile e permette di eliminare gli errori di digitazione introducendo in modo diretto i dati nell’applicativo. Progettato con criteri ergonomici può essere impugnato comodamente e consentire così un utilizzo rapido ed immediato.

Lector K1

Nasce nel 1995 ed è una macchina per i suoi tempi rivoluzionaria che consente oltre alla lettura di code-line dell’assegno anche l’introduzione per la prima volta allo sportello delle nuove funzionalità come l’utilizzo dei badge magnetici (carte di credito a banda magnetica), Smart Card, carte a microprocessore e la trattazione di documenti con i differenti Barcode. Si afferma con ottimi risultati sul mercato internazionale grazie alle nuove funzionalità e l’innovativa idea di poter essere integrata direttamente nella tastiera, consentendo così anche grossi vantaggi di spazio allo sportello e sulla scrivania di lavoro.

Lector 62

Nasce nel 1992 come naturale evoluzione del suo predecessore Lector 52. Grazie alle sue innovazioni è il primo lettore da sportello in grado di operare una divisione fisica degli assegni in gruppi logici consentendo di effettuare immediatamente la check-truncation e risparmiare notevole tempo all’operatore e alle funzioni di back-office. Lector 62 introduce inoltre le innovazioni di lettura ottica degli standard OCR A, OCR B, E13B e la funzionalità di lettura di badge magnetici grazie alle quali è in grado portare direttamente allo sportello innumerevoli nuove funzionalità. Sfruttando il Software abbinato consente di effettuare una divisone logica dei documenti adattabile alle particolari esigenze dell’operatore a seconda della documentazione di cui occorre la lavorazione e la trasmissione dei dati alla postazione. Sfruttando queste nuove funzionalità Lector 62 consente notevoli vantaggi in termini di tempo che efficienza aziendale.

È inoltre prodotto in svariate configurazioni di colori che gli permettono di integrarsi anche visivamente allo sportello consentendo così all’istituto di trasmettere un immagine piacevole coerente verso il cliente finale.

Lector 52

viene presentato nel 1987 in anteprima mondiale ed è il primo lettore da sportello che grazie alla sua idea rivoluzionaria permette di catturare direttamente all’atto di negoziazione del titolo, la code-line dell’assegno facilitando notevolmente le procedure successive fino alla camera di compensazione.

Grazie a questo innovativo dispositivo è consentita direttamente allo sportello la lettura dei documenti premarcati e con caratteri magnetici come assegni, effetti e ricevute. Lector 52 consente così di eliminare le operazioni di digitazione da parte dell’utente annullando la possibilità di errore. Mediante la sua interfaccia software i dati vengono passati direttamente al computer riducendo notevolmente i tempi di lavorazione. Nel particolar caso degli effetti, consente l’esecuzione in modo elettronico di tutte le transazioni, come la lettura di insoluto alla clientela e le contabili di addebito e di accredito.

Sfruttando la sua estrema compattezza Lector 52 permette di risparmiare notevole spazio su bancone di lavoro e grazie al suo elegante design di offrire un’immagine ordinata, elegante e di effetto del front office.

Copiaeffetti

Copiaeffetti OCP1

Dopo una serie di modelli migliorativi nel 1982 viene introdotta una nuova generazione di macchine fotocopiatrici per la produzione degli avvisi di pagamento, La “Copiaeffetti bancor OCP1”. Fu la naturale evoluzione della precedente ma comportò un grosso e radicale salto tecnologico grazie all’aggiunta, in anteprima mondiale, della funzionalità di stampante a LED per l’inserimento dei dati variabili necessari all’incasso del titolo. Grazie al passaggio dalle macchine con tecnologia elettromeccanica all’innovativa tecnologia elettronico/ottica il successo è travolgente e in breve quasi la totalità delle banche Italiane e Spagnole la adottano con quote di mercato del 99% permettendo a bancor di rafforzare la sua ledership sul mercato.

Copiaeffetti bancor OCP1 non è studiata solo per risolvere il problema strategico della copiatura degli effetti ma anche nel massimo rispetto dell’ambiente poiché permette un quasi annullamento dell’inquinamento acustico e dei quello olfattivo grazie ai propri apparati di depurazione acustica e catalitica contro la formazione dell’ozono in percentuale non ottimale e contro l’odore improprio

Copiaeffetti 4000DT

Nasce dalla naturale evoluzione innovativa della Copiaeffetti B4000NS, nonostante ciò introduce sul mercato grossi vantaggi come l’estrema compattezza rispetto alle precedenti. La console ristudiata per garantire una miglior operatività rende più agevole continuo ed immediato il controllo e la regolazione di tutte le attività della macchina. Sono anche possibile come optional il numeratore, per la cifratura degli effetti, ed il microfilm che consente l’archiviazione di tutto l’effetto e dei suoi allegati su entrambe le facce. La macchina prevedeva anche per applicazioni di nicchia di utilizzare inchiostri liquidi anziché a secco, questa particolare soluzione prese il nome di Copiaeffetti 4000LT.

Copiaeffetti B4000NS

Nasce dalla naturale evoluzione innovativa della Copiaeffetti B4000 inserisce sul mercato maggiori funzionalità di automazione rendendo la macchina completamente autonoma grazie alle funzionalità di prestampa sul rovescio a banda intera: una specifica che consente un’impaginazione integrale del retro dell’avviso, al fine di rendere agevole la lettura delle avvertenze e comoda la compilazione della distinta. La macchina incrementa le proprie performance anche nella velocità (fino a 4000 documenti all’ora), nella semplificazione del lavoro (nessun installazione necessaria), nella sicurezza (i percorsi sono studiati sempre esterni alla macchina in modo da tutelare i preziosi documenti), nell’assistenza. Grazie all’altro contenuto tecnologico di innovazioni la macchina si afferma sul mercato come leader mantenendo il 95% della quota della sua predecessrice.

Copiaeffetti B4000

Nasce come primo prodotto bancor nel 1974 è una macchina per la produzione degli avvisi di pagamento, per i pagamenti differiti e per quelli rateizzati. Si tratta di una copiatrice evoluta che unisce la possibilità di fotocopiare gli effetti, ed altri titoli di credito, combinandoli automaticamente con tutta una serie di dati utili e necessari per l’incasso del titolo stesso. La razionalità operativa della macchina, la robustezza e la semplicità dei suoi organi, l’estrema semplificazione dei comandi, oltre ad essere titoli di prestigio ed economia, assicurano anche quel livello di qualità senza il quale la macchina non potrebbe dare le garanzie di lavoro delicato, rapido, continuo, preciso e sicuro che la contraddistinguono sul mercato. Grazie all’alto contenuto tecnologico ed innovativo la macchina diventò presto leader di mercato raggiungendo il 95% della quota permettendo così a bancor di affermarsi subito come leader di mercato.

Bancor S.r.l. – Milano, via Luigi Vanvitelli 44

Tel. +39 02 2664215 – Fax. +39 02 2362992 – Mail info@bancor.it – P.IVA e C.F. 01916960154 – REA di Milano 876017 – cap. soc. i. v. € 99.000,00
Copyright © 2010 bancor All Rights Reserved